Universita di Roma "Tor Vergata" e Sportello Appalti Imprese

Master in Management
degli Approvvigionamenti
e Appalti Pubblici

MODULO V

L'attuazione della procedura di affidamento: la definizione dei requisiti e gli atti di gara

 

Docente: Andrea Martino

5.1.  La definizione dei requisiti di fornitura: specifiche, modalità di esecuzione, lotti
Il progetto dell’appalto è determinante per il suo successo. Questo implica la capacità di elaborare la documentazione di gara nel modo più aderente alle esigenze dell’amministrazione e coerente con la capacità del mercato di acquisirla ed utilizzarla per preparare le proprie proposte. Gli elementi fondamentali sono la definizione dei requisiti (cosa si appalta e come deve essere condotta l’esecuzione) ed il disciplinare di gara.

 

Docente: Marco Simonetto
5.2.  I criteri di partecipazione: come individuare le capacità dei fornitori

Nella preparazione dei bandi di gara è necessario individuare i criteri soggettivi che devono essere posseduti dagli operatori economici, in modo da favorire la riduzione dei rischi connessi con l’appalto. Al contempo, questi criteri non devono essere limitativi della concorrenza, e questo implica una conoscenza adeguata delle opportunità offerte del mercato e la capacità di valutarle con l’uso di criteri efficaci e non limitanti.

 

Docente:  Enrico Di Ienno
5.3. La selezione degli operatori economici negli appalti pubblici: le prescrizioni normative relative
Le prescrizioni e le possibilità che il codice degli appalti pone per la partecipazione a gare di appalto nei diversi casi di lavori, forniture, servizi, e come queste devono essere interpretate ed applicate nella pratica quotidiana, per ottimizzare l’esito dell’appalto senza creare situazioni pregiudizievoli per le imprese e le amministrazioni.

 

Docente: Adriano Di Domenicantonio
5.4 La valutazione delle offerte: dai requisiti ai criteri di valutazione
Si danno gli elementi di conoscenza ed i metodi necessari al disegno di una procedura di gara, dall’analisi delle possibili alternative e dei loro effetti, agli strumenti disponibili, alla definizione dei criteri di aggiudicazione, analizzando come questi possono influire sui risultati nelle diverse condizioni. I criteri di valutazione dell’offerta tecnica devono essere coerenti con i requisiti, bilanciati rispetto all’importanza ed al valore degli elementi valutati, sufficientemente granulari per coprire la massima parte dei requisiti e per assicurare la trasparenza del giudizio.

 

Docente: Dario Capotorto
5.5.  Gli atti di gara: l'avvio e la gestione della procedura di appalto, le cause di esclusione

Alla luce delle prescrizioni normative, vengono presentati i principi che permettono di progettare e condurre la procedura di gara, con particolare riguardo ai requisiti di partecipazione degli operatori economici ed alla individuazione delle cause di esclusione ed alla loro gestione.

 

Docente: Francesco Mascia
5.6.  Gli appalti di lavori: le normative e gli impatti sulla programmazione e la realizzazione
L’obiettivo è l’individuazione dell’impatto del codice e del regolamento sui diversi aspetti della preparazione e conduzione del procedimento di gara nel caso degli appalti di lavori, a partire dalle fasi di programmazione e pianificazione, alla individuazione dei requisiti di partecipazione ed all’uso del sistema di qualificazione, ai sistemi di realizzazione ed esecuzione dei lavori, all’uso del dialogo competitivo.

 

Docente: Enrico Di Ienno
5.7 Il contenzioso in fase di gara: arbitrato e precontenzioso, il ricorso, il ruolo dell'ANAC (FaD)
Questa unità FaD sviluppa gli elementi normativi che regolano gli aspetti del contenzioso in sede di procedimento di aggiudicazione. Si esamina il ruolo dell’ANAC nella gestione delle gare pubbliche, esercitato sia in sede di definizione di linee guida, che di mediazione nelle fasi di precontenzioso. Si esaminano casistiche significative e le modalità di affrontare la problematica in modo ottimale.

Tel: +39 06 7259 5430
Fax: +39 06 7259 5804
master.procurement@uniroma2.it